Eventi tradizione Italia

12 imperdibili eventi della tradizione in Italia

L’Italia è un paese con una lunga storia di tradizioni ed eventi culturali.

A seconda del momento dell’anno in cui deciderai di programmare il tuo viaggio e la regione in cui ti recherai, potresti avere la fortuna di partecipare ad alcuni tra i più conosciuti eventi folkloristici che il nostro meraviglioso Paese sa offrire in tutte le stagioni. O, perché no, potresti persino decidere di organizzare l’intera vacanza proprio in funzione della partecipazione a uno di questi.

L’occasione è ghiotta anche per vivere delle esperienze enogastronomiche davvero caratteristiche; gli eventi della tradizione, infatti, prevedono sempre la possibilità di fare degustazioni di prodotti tipici o, talvolta, di piatti realizzati solo per la specifica occasione.

Dai, allora, un’occhiata al nostro calendario di sagre, feste patronali e festival più curiosi, famosi e interessanti d’Italia. Abbiamo simbolicamente scelto un evento per ogni mese dell’anno, a costo di qualche inevitabile omissione (che speriamo ci perdonerai!).

 

1. GENNAIO: FESTA DELLA BEFANA [ROMA, LAZIO]

Festa della Befana Roma

In tutta la penisola, il 6 gennaio si festeggia il giorno dell’Epifania. Si tratta di un evento religioso che, come spesso accade, nel corso del tempo è diventato l’occasione per trascorrere una giornata con la famiglia, grazie anche alla figura più popolare e pagana della Befana, che recapita doni, caramelle o carbone ai più piccoli.

Quella che è presto diventata la “Festa della Befana” vede il suo l’epicentro nella Capitale e in particolare in Piazza Navona, dove sono ospitate tantissime bancarelle con le tradizionali calze piene di dolci.

In piazza San Pietro, invece, si rievoca l’arrivo dei Re Magi con un corteo in costume che coinvolge oltre mille partecipanti.

Cerchi un Hotel a Roma? >> Booking

 

2. FEBBRAIO: FESTA DI SANT’AGATA [CATANIA, SICILIA]

Catania Festa Sant Agata

Tre giorni di culto, devozione, folclore e tradizioni unici al mondo.  Un’esperienza davvero immersiva, che non ha nulla da invidiare alla Settimana Santa a Siviglia, in Spagna, o  alla festa del Corpus Domini a Cuzco, in Perù.

Durante i festeggiamenti, Catania ospita una folla sterminata di devoti e curiosi (si sfiora il milione!), che si riuniscono in strada e nelle piazze; tutto è in fermento durante i preparativi per onorare la santa patrona, la Vergine e Martire di Catania, la cui affascinante storia è riuscita a smuovere anche i cuori più duri.

Cerchi un Hotel a Catania >> Booking

 

3. FEBBRAIO/MARZO: CARNEVALE [VENEZIA, VENETO]

Carnevale di Venezia

Il Carnevale è sicuramente una delle celebrazioni più sentite e partecipate in Italia, ma è certamente Venezia il luogo in cui questa tradizione raggiunge il suo punto più alto.

Qui il Carnevale è una grande festa a cielo aperto che dura due settimane.

Mentre molti eventi, in particolare gli opulenti balli in maschera, richiedono inviti riservati o ticket d’ingresso dai prezzi talvolta proibitivi, molti altri, come la Vogata del Silenzio (un suggestivo corteo acqueo di gondole che attraversa il Canal Grande, illuminato per l’occasione con migliaia di lumini), i concerti e gli spettacoli di strada, sono gratuiti e aperti al pubblico.

Cerchi un Hotel a Venezia? >> Booking

 

3 BIS. FEBBRAIO/MARZO: CARNEVALE [GALLIPOLI, PUGLIA]

Carnevale di Gallipoli - Destinazione Avventura

Oltre al Carnevale di Venezia, da buoni salentini, non potevamo non citare lo Storico Carnevale di Gallipoli, la cui prima edizione risale al 1941.

Un evento caratterizzato da allegria, bellezza e goliardia che parte con l’immancabile appuntamento della presentazione dei regnanti del Carnevale nel centro storico della città bella, tra il Duomo e la balconata della palazzina municipale: qui Re Candallinu e sua maestà Mendula Riccia si presentano alla cittadinanza all’apertura dei festeggiamenti alle ore 12.00 del primo giorno di festa, ricevendo dalle mani del sindaco la chiave della città e lo scettro del governo su tutto il territorio cittadino. A seguire, una bellissima parata storica e la sfilata dei grandiosi carri allegorici realizzati in cartapesta con minuzia di particolari e toccando ogni anno temi differenti.

La maschera tipica del carnevale gallipolino è lu Titoru, ossia Teodoro. Tradizione vuole che Teodoro fosse un giovane che, tornato dal militare, chiese alla madre un piatto di polpette, il suo preferito, prima dell’inizio del digiuno quaresimale. La madre accontentò il figlio, ma questi, nella foga di mangiarle, si strangolò con una di esse proprio il giorno di Martedì Grasso.

Ogni anno per le vie della città si mette in scena il corteo funebre di Titoru, con il giovane morto, la madre (la “Caremma”, ovvero la Quaresima) e un gruppo di comari che piangono (le “chiangimorti”).

Cerchi un hotel a Gallipoli? >> Booking

 

4. MARZO/APRILE: SCOPPIO DEL CARRO [FIRENZE, TOSCANA]

Scoppio Carro Firenze

Ogni anno Firenze celebra la Pasqua in un modo molto speciale. Un elaborato carro costruito nel 1622, detto “Brindellone”, è trainato fino alla Cattedrale del capoluogo toscano da una coppia di buoi ornati con ghirlande.

Al suo seguito un manipolo di percussionisti, sbandieratori e personaggi vestiti con costumi d’epoca, nonché funzionari della città e rappresentanti del clero.

Al termine della Messa, l’arcivescovo fa partire un razzo a forma di colomba (detto, appunto, “Colombina”) che fa brillare i fuochi d’artificio del carro, i quali se si accendono senza intoppi, garantiranno, come vuole la tradizione, un anno fortunato.

Cerchi un Hotel a Firenze? >> Booking

 

4 BIS. MARZO: LE TAVOLE DI SAN GIUSEPPE [MINERVINO DI LECCE, PUGLIA]

Tavole di San Giuseppe Salento

Religione, folklore, enogastronomia e spirito di comunità: sono questi gli ingredienti dell’evento che da tempo immemore si ripete ogni anno in occasione del 18 e 19 Marzo nel comune di Minervino e nelle frazioni Cocumola e Specchia Gallone per celebrare San Giuseppe.

Stiamo parlando delle “Tavole di San Giuseppe”, ovvero delle vere e proprie tavole imbandite in alcune abitazioni private per rendere omaggio al Santo. Oggi momento di aggregazione e socialità, un tempo era un modo per le famiglie benestanti di provvedere al sostentamento degli indigenti.

Le tavole, ora come allora, vengono imbandite secondo regole precise. Ognuna deve avere come protagonisti un determinato numero di Santi, che vanno da un minimo di 3 a un massimo di 13, con al centro un’icona di San Giuseppe addobbata da fresie.

Le Tavole di San Giuseppe portano così la preparazione di un massimo di 169 piatti (13 pietanze per ciascuno dei 13 Santi presenti) con cibi legati alla tradizione gastronomica salentina: dalle pittule, al pesce fritto, ai lampascioni sott’olio, al tradizionale pane di San Giuseppe, fino alla “massa”, immancabile pasta fresca di grano duro con ceci e cavoli.

Dopo aver addobbato le tavole si attende il passaggio del sacerdote del paese per portare la benedizione e dare via al pranzo.

Un evento legato ad un progetto più ampio, firmato “Mercatino del Gusto”, con il quale la storica Associazione guidata da Michele Bruno, inserisce “Le Tavole di San Giuseppe” in un progetto mirato alla destagionalizzazione della penisola salentina, portando il turista a conoscere antiche tradizioni e a vivere esperienze di comunità.

Cerchi un hotel a Minervino di Lecce? >> Booking

 

5. MAGGIO: SAGRA DEL PADELLONE [CAMOGLI, LIGURIA]

Sagra del pesce Padellone Camogli

Questa sagra del pesce si distingue dai tanti altri eventi simili che si svolgono in tutta Italia per via della gigantesca padella in acciaio inossidabile che viene utilizzata, del peso di 28 tonnellate, con un diametro di 4 metri e una maniglia di 6 metri.

Per tutto il giorno, vengono preparate e distribuite gratuitamente a tutti i partecipanti circa 30.000 porzioni di frittura, per un totale di circa tre tonnellate di pesce fresco e 3.000 litri di olio consumati.

Cerchi un Hotel a Camogli? >> Booking

 

6. GIUGNO:  INFIORATE DI SPELLO [UMBRIA]

Infiorate Spello

Nel meraviglioso borgo di Spello, in provincia di Perugia, ogni anno, per adornare il percorso della processione del Corpus Domini, si ricorre alle cosiddette “infiorate”.

Come indica il nome, circa 2000 metri quadrati di tappeti di fiori e quadri floreali vengono realizzati da numerosi artisti, con la collaborazione di cittadini locali e anche di visitatori che arrivano a Spello per farsi ammaliare da questa esplosione di colori e profumi.

Contestualmente all’Infiorata, si tiene presso i Giardini Pubblici di Spello anche un’esposizione florovivaistica, dove è possibile ammirare collezioni di orchidee, cactus, piante carnivore e rose.

Cerchi un Hotel a Spello? >> Booking

 

7. LUGLIO:  FESTINO DI SANTA ROSALIA [PALERMO, SICILIA]

Festino Santa Rosalia Palermo

Ci sono costumi e tradizioni che sono senza tempo. Ma solo pochissime tradizioni riescono a coinvolgere anche i turisti, introducendoli e integrandoli in un mondo diverso, pieno di fascino e bellezza, tra devozione, danza e teatro. La festa di Santa Rosalia, che a Palermo chiamano “U fistinu”, ne è probabilmente l’esempio più famoso.

Santa Rosalia, particolarmente cara al popolo di Palermo per il suo ruolo nella lotta alla peste nel 1624, è la protagonista assoluta di questo grande evento della cultura popolare, la cui spettacolare processione si svolge nei luoghi più belli di Palermo a metà luglio.

Questa festa sorprese i grandi viaggiatori che visitarono il capoluogo siciliano già nel diciottesimo e diciannovesimo secolo.

Cerchi un Hotel a Palermo? >> Booking

 

8. AGOSTO: FESTIVAL DELLA NOTTE DELLA TARANTA [SALENTO, PUGLIA]

Notte della Taranta

Si tratta del più grande festival musicale italiano dedicato alla cultura tradizionale e, in particolare, alla valorizzazione della musica popolare salentina.

Si svolge in varie tappe per coi concludersi con un grande concertone che si tiene ogni anno a Melpignano (LE), nel cuore della cosiddetta Grecìa Salentina, e che attira circa duecentomila spettatori pronti a danzare al ritmo della pizzica-pizzica, un ballo popolare simile alla tarantella tipico di questo territorio.

Cerchi un Hotel nel Salento? >> Booking

 

9. SETTEMBRE: PEPERONCINO FESTIVAL [DIAMANTE, CALABRIA]

Peperoncino Festival Diamante

Questa manifestazione riesce a trasformare ogni anno, per cinque giorni, la suggestiva località balneare di Diamante nella capitale mondiale del peperoncino.

Peperoncino, ma non solo: in strada e nelle piazze, infatti, anche tanta musica, cabaret,  artisti di strada, proiezioni e mostre tematiche.

Un evento che nel corso degli anni è diventato sempre più frequentato, raggiungendo una media di circa centomila spettatori e un’occasione per godere anche delle numerose attrattive turistiche della cosiddetta Riviera dei Cedri.

Cerchi un Hotel a Diamante? >> Booking

 

10. OTTOBRE: SAGRA DELL’UVA [MARINO, LAZIO]

Marino Sagra Uva

La più antica Sagra dell’Uva d’Italia è nata del 1925 e si tiene ogni anno la prima domenica di ottobre a Marino, una cittadina ubicata nella zona dei Castelli Romani.

Nel pomeriggio della vigilia si può assistere a una rievocazione storico-religiosa con figuranti in costume cinquecentesco, mentre il giorno dell’evento è prevista una processione, sfilate di carri allegorici, un corto storico e il famoso “miracolo delle fontane che danno vino”, ciò che probabilmente ha reso così celebre questa manifestazione.

Nelle condutture delle fontane cittadine viene, infatti, fatto scorrere il vino invece dell’acqua… con grande gioia di tutti i wine lover presenti!

Cerchi un Hotel a Marino? >> Booking

 

11. NOVEMBRE/DICEMBRE: MERCATINI DI NATALE [TRENTINO ALTO-ADIGE]

Mercatini Natale Alto Adige

I mercatini di Natale più belli e caratteristici d’Italia sono sicuramente quelli che si organizzano in Alto Adige.

Ma quali sono le località migliori dove vivere questa magica esperienza? Sicuramente a Bolzano, Brunico, Merano, Vipiteno, Glorenza e Bressanone.

I centri storici di queste deliziose cittadine ospitano pagodine in legno che offrono manufatti, candele, biscotti e vin brulè. Il tutto sapientemente accompagnato dalla musica dal vivo delle bande musicali, a tema natalizio ovviamente!

Cerchi un Hotel a Bolzano? >> Booking

 

12. DICEMBRE: PRESEPE VIVENTE NEI SASSI [MATERA, BASILICATA]

Presepe Matera

I Sassi di Matera fanno da sfondo al più grande presepe vivente del mondo per tutto il periodo natalizio.

Un gran numero di personaggi provenienti da tutta Italia ricreano scene della natività di Gesù e delle antiche terre di Palestina e Gerusalemme, città spesso paragonata proprio a Matera.

Il percorso misura complessivamente circa un chilometro e una serie di cavità grottali accolgono i visitatori in gruppi, facendo da location per la rievocazione storica dei passaggi biblici più significativi legati alla nascita del Signore.

Ti consigliamo di prenotare per tempo il tuo ingresso sul sito ufficiale, perché gli accessi sono a numero chiuso e finiscono in fretta.

Cerchi un Hotel a Matera? >> Booking