Marsa Alam Destinazione Avventura Egitto Deserto Hotel

Le attività migliori da fare a Marsa Alam, in Egitto

È probabile che abbiate sentito parlare di Sharm el Sheikh o Hurghada quando si parla delle migliori destinazioni egiziane sul Mar Rosso, ma ciò che sta rapidamente guadagnando popolarità dopo decenni di segreto locale è Marsa Alam.

Un tempo Marsa Alam era un remoto villaggio di pescatori nella costa meridionale del Mar Rosso, lontano dal caos e dalla frenesia di altre località turistiche. Proprio per questo motivo è ancora un luogo straordinario per le immersioni, il nuoto e lo snorkeling: la spiaggia e il mare sono letteralmente quasi incontaminati e vengono compiuti sforzi eco-consapevoli per mantenerli tali.

Vi siete convinti che questa sia la destinazione che fa per voi? Allora tuffiamoci insieme nelle migliori cose da fare per scoprire Marsa Alam e il suo fascino più nascosto.

 

1. Fate immersioni subacquee in alcuni dei migliori luoghi del mondo

Il Mar Rosso egiziano viene premiato anno dopo anno come uno dei luoghi migliori per le immersioni a livello mondiale, e Marsa Alam ospita molti di questi punti. Il bello di immergersi a Marsa Alam invece che a Hurghada e Sharm el Sheikh è che non ci si deve preoccupare dell’affollamento delle barriere coralline. Se siete molto fortunati, in certe stagioni potreste persino vedere uno squalo balena!

2. Nuotate con i delfini in libertà

Chi non vorrebbe nuotare con un delfino? E ancora meglio, un delfino nel suo habitat naturale, felice e giocoso e non costretto a interagire con gli esseri umani se non vuole.

Marsa Alam ha due diverse barriere coralline, Satayah e Shaab Samadai, che sono note per essere frequentate dai delfini (tanto che entrambe sono chiamate “Dolphin House” o “Dolphin Reef”). Shaab Samadi è più vicino a Marsa Alam, mentre Satayah si trova più in basso, nel profondo sud.

3. Esplorate Nayzak

Fuori dai sentieri battuti, su un tratto di costa vuoto, si trova una delle gemme nascoste di Marsa Alam: Nayzak. Questa piccola pozza d’acqua naturale, a forma di occhio e circondata da rocce, era ritenuta dai locali il risultato di un meteorite che aveva colpito la spiaggia (da qui il nome: “nayzak” significa “meteorite” in arabo).

Sebbene i geologi abbiano sfortunatamente smentito questo amato mito, Nayzak rimane ancora uno dei luoghi più belli in cui nuotare in tutta Marsa Alam. Non c’è nient’altro da fare, ma la meraviglia della natura merita una visita!

4. Gita di un giorno a Wadi el Gemal

A meno di un’ora di auto a sud di Marsa Alam si trova Wadi el Gemal (Valle dei Cammelli), un parco nazionale egiziano che comprende sia il deserto che il mare. La biodiversità dei suoi grandi mammiferi, dei rettili, degli uccelli, delle piante e della vita marina incontaminata lo rende diverso da qualsiasi altro luogo in Egitto. Solo la zona costiera ospita 450 specie di coralli e oltre 1.200 specie di pesci.

Pagando il biglietto d’ingresso è possibile entrare nel parco con una guida (il parco è enorme!) e trascorrere la giornata sulle sue splendide spiagge, oppure esplorare l’entroterra, dove si trovano le miniere di smeraldo più antiche del mondo (chiamate “Miniere di Cleopatra”). Si possono ancora vedere i resti dell’antico insediamento minerario romano di Sikait, chiamato Mons Smaragdus, che significa “Montagna di smeraldo”.

Inoltre, percorrendo il Wadi el Gemal, si può vedere una grande varietà di animali, dai cammelli selvatici alle acacie, fino all’ultima gazzella del deserto egiziano.