Benvenuti nel nostro blog!

“Divoriamo chilometri come fossero libri e libri come fossero chilometri.”

Siamo Diego & Samantha, appassionati di viaggi e affamati di avventura, probabilmente proprio come te che sei capitato dalle nostre parti. Da quando ci siamo conosciuti organizziamo viaggi in giro per il mondo studiando itinerari e rotte su Internet, scovando i periodi migliori per ottenere il giusto compromesso tra qualità e prezzo e cercando sempre di privilegiare le esperienze rispetto al puro relax.

Destinazione Avventura è lo spazio dove condividiamo con voi consigli pratici, itinerari creativi, escursioni imperdibili e letture tematiche, con l’obiettivo di suggerirvi quanto di meglio possano offrire le località che abbiamo già visitato di persona: borghi incantevoli, spiagge isolate, paesaggi rurali, centri urbani o magari qualche libro che abbiamo letto e ci ha dato le dritte giuste per affrontare un nuovo viaggio.

Buon viaggio!

Torre Testa Gallico Brindisi

3 insolite torri costiere tra Lecce e Brindisi

[Articolo apparso sul numero di dicembre 2020 di quiSalento]

1. Torre dell’Omomorto a Santa Maria di Leuca

Torre dell'Omomorto Leuca

Sull’etimologia del nome di questa bella torre di avvistamento situata sul promontorio di Leuca non esistono riferimenti certi.

Appare, tuttavia, ragionevole riferirne la denominazione ai ritrovamenti di materiale osseo di origine umana proveniente dalla vicina grotta Porcinara, un millenario luogo di approdo dove i mercanti del Mediterraneo hanno lasciato iscrizioni e tracce del loro passaggio in lingua greca, messapica e latina.

È possibile raggiungerla percorrendo il lungomare di Santa Maria di Leuca in direzione Punta Ristola fino all’incrocio con via Torre.

Qui è presente un marciapiede perdonale che consente di osservarla più da vicino, sebbene non sia consentito visitarla dall’interno a causa dello stato di degrado strutturale in cui versa.

Hotel consigliato a Leuca: Villa Romasi

 

2. Torre di San Pietro in Bevagna

Torre San Pietro in Bevagna

L’insolita planimetria a base stellata a quattro punte e l’integrazione strutturale con l’adiacente Chiesa di San Pietro sono già indizio della sua differenza rispetto alle centinaia di baluardi difensivi eretti con l’obiettivo di avvistare le navi saracene.

Questo edificio, infatti, aveva un’ulteriore funzione: proteggere una piccola cappella lì ubicata prima della costruzione della torre e originariamente di proprietà dei monaci del Monastero di San Lorenzo di Aversa.

La chiesa addossata alla parete posteriore, così come la vediamo oggi, invece, è stata costruita soltanto nel XX secolo.

Si trova nel cuore del centro abitato di San Pietro in Bevagna, in Piazza delle Perdonanze, e non è aperta al pubblico. Per prenotare una visita di gruppo è possibile contattare la Pro Loco di Manduria al numero 099 9796600.

Hotel consigliato a San Pietro in Bevagna: Petra Solis

 

3. Torre Testa del Gallico a Brindisi

Torre Testa del Gallico Brindisi

Situata in uno dei tratti costieri più interessanti del territorio brindisino, sia dal punto di vista storico che naturalistico, è anche conosciuta come “Torre di Giancola”, dal nome del canale di raccolta di acque reflue presente nelle vicinanze

Le sue condizioni strutturali purtroppo, al momento, consentono di ammirarla soltanto a distanza di sicurezza.

Per raggiungerla, bisogna percorrere la litoranea Brindisi – Apani. Dopo circa 7 km la vedrete ergersi su un promontorio a picco sull’Adriatico.

Alcuni hanno ritenuto che il termine “Gallico” fosse proprio da ricondursi alla forma di questo sperone roccioso; in realtà è più plausibile che derivi dal termine dialettale “Jaddico”, cioè bosco o foresta, riferendosi dunque alla contrada di campagna che la ospita.

Hotel consigliato a Brindisi: Dimora Nettare

Condividi e diffondi il tuo amore per l'avventura!
Go Top